I GRAVI FATTI DI PIAZZA SAN DOMENICO

 

Prot. n. 5 del 11/01/2011

Al Sig. Sindaco di Napoli
On. Rosa Iervolino Russo

All’Assessore alla Legalità
On. Luigi Scotti

Oggetto: interrogazione urgente a risposta in aula (art. 52 R.F.C.C.)

Premesso
che nella giornata di sabato 8 gennaio u.s. alle ore 18:45 circa in Piazza S. Domenico Maggiore si consumavano scontri provocati da personale della Polizia Municipale di Napoli nei confronti di studenti “rei” di aver affisso cartelloni assolutamente pacifici e non “contundenti” a difesa della cultura e contro la riforma Gelmini, incrociando il favore dei cittadini e la partecipazione fisica di chi ritiene dannosa e sbagliata questa controriforma;

che per fermare questa “adunata sediziosa” si sono materializzate ben 14 volanti e circa 50 agenti di Polizia Locale inasprendo immediatamente gli animi a seguito di una pur giusta richiesta di autorizzazione per l’affissione di manifesti contenenti slogan e resoconti fotografici a testimonianza di un dissenso sulla cancellata dell’obelisco della piazza;

che, a rigor di logica, sembra davvero sproporzionato un intervento “repressivo”, vistoso e plateale rispetto ad un atteggiamento serafico e di testimonianza squisitamente culturale, oltre che “tranquillamente” organizzato e rappresentato;

che a fronte di un legittimo diritto costituzionalmente garantito di manifestazione del pensiero si è opposta una reazione presuntamente istituzionale che va, al contrario, chiarita e spiegata nei minimi dettagli;

che uno dei ragazzi (circa 20 di età compresa tra i 14 e 18 anni) mentre riprendeva le scene dal telefonino è stato letteralmente aggredito (?) ed impedito a poter normalmente filmare gli accadimenti;

che si è ulteriormente prodotto un inseguimento nei vicoli adiacenti la piazza con Vigili “armati” di pistola tra le mani e lasciandosi a frasi del seguente preciso tenore:”se non ve ne andate vi sparo”;

che il provvidenziale intervento dell’avvocatessa Elena Coccia e del Consigliere della 2° Municipalità – Pino De Stasio, qualificatisi come tali, hanno sicuramente impedito che la situazione degenerasse ulteriormente;

i sottoscritti Consiglieri Comunali aderenti alla Federazione della Sinistra

interrogano

il Sig. Sindaco di Napoli e l’Assessore alla Legalità per sapere con urgenza:

1.    se ritengono sproporzionata questa scelta drasticamente “oscurantista” a danno di studenti medi “armati” solo ed esclusivamente dalla volontà di manifestare pacificamente pensieri liberi con mani libere
2.    se l’azione del personale della Polizia Locale è stata suggerita dall’Amministrazione Comunale (Sindaco, Assessore Scotti o altri) oppure la “qualità” e la “quantità” dell’intervento sono stati decisi autonomamente dai responsabili del corpo dei Vigili Urbani
3.    se sono, in definitiva, a conoscenza degli episodi nella presente riportati e quali intendimenti conseguenti vogliono porre in essere per chiarire e definire il grado di autonomia e responsabilità pubbliche profuse a Piazza S. Domenico Maggiore lo scorso 8 gennaio.

Napoli, 11 gennaio 2011                                    La Federazione della Sinistra
Raffaele Carotenuto
Alessandro Fucito
Gaetano Sannino
Salvatore Galiero
Antonio Fellico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: