Il Centro Storico incontra

Raffaele Carotenuto

martedì 10 marzo 2009

alle ore 18.00,

presso il caffè letterario INTRA MOENIA

Piazza Bellini,70

Raffaele Carotenuto

“La città e il palazzo – Storie di ordinaria provvisorietà”

 

Pubblichiamo l’interessante recensione fatta da Armida Parisi del quotidiano Roma.


                  ilroma271006logo-2

 Direttore: Antonio Sasso

 

Il libro di Raffaele Carotenuto

 4-mar-2009

Dentro e fuori il Palazzo, uno spaccato di vita politica

 

Cento anni di battaglie sociali raccontate dal didentro. Da chi la politica la fa e la vive sulla sua pelle. Agendo “nel” palazzo senza essere “del” palazzo. Poiché Raffaele  Carotenuto è stato fino al 2006 consigliere comunale a Napoli ma non si è schierato sempre dalla parte degli ultimi. Almeno, da come si racconta in “Napoli. La città ed il palazzo” (La Città del Sole). Esponente di spicco del Partito della Rifondazione Comunista, Carotenuto offre uno spaccato della vita politica partenopea, analizzata da un punto di vista privilegiato. Un bilancio abbastanza sconfortante il suo: molte battaglie, poche vittorie. Ma memorabili ed esaltanti.

Come quella per l’assunzione di 250 precari impiegati nell’assistenza materiale degli studenti disabili: ben 10 anni di lotta a fianco dei lavoratori delle cooperative sociali, ci sono voluti per portarne in porto la stabilizzazione nella Napoli sociale spa. Sono 215 assunti, con altrettante famiglie che si vedono assicurate un introito mensile dignitoso. Qualche volta però la sensibilità e la volontà non ce la fanno. Come nel caso delle barriere culturali che dividono i cittadini dagli stranieri, e gli eterosessuali dai gay. Carotenuto racconta il suo impegno in seno alla Commissione per le Politiche Sociali a favore del Registro delle Unioni Civili: tre anni di incontri, dibattiti, cortei, e “tavoli di ascolto”, che si concludono tristemente in un nulla di fatto.

Sul piano umano, invece, gli incontro non si contano ed il coinvolgimento è senza tregua. Grazie al laboratorio delle città sociali, ci si occupa dei barboni e del loro diritto ad avvalersi dell’assistenza sanitaria. Senza documenti, né domicilio sono considerati alla stregua dei fantasmi: non esistono. Ci si dà da fare, anche col supporto di padre Alex Zanotelli, per la ricerca di un centro di prima accoglienza per quelli che la burocrazia definisce i “senza fissa dimora”, C’è l’impegno politico, che confluisce nell’apertura del centro di coordinamento intitolato a Salvatore Buglione, l’impiegato comunale assassinato tre anni fa davanti all’edicola della moglie da quattro rapinatori. E ci sono gli interrogativi dell’uomo. Pensando ai clochard, si dice “Se io fossi uno di loro mi chiederei chi mi restituisce la vita. Quel’è il prezzo del riaversi. Quanto bisogna pagare per rimanere se stessi e non perdere dignità. Se io fossi uno di loro chiederei di essere sottratto a quella mia pia collettività che regala sempre meno spazio al proprio io innocente e creativo”. Un percorso politico ricco ed intenso, quello di Carotenuto, può essere solo nel sociale: “Con la trasformazione del mondo, abbiamo già perso, bisogna accettare subito i termini di una nuova sfida, tracciare una via dagli esiti incerti, arrivare a un orizzonte comune lastricato da solitudini, rappresentare diritti con e per i cittadini e non malgrado essi”.

 Armida Parisi

 

Advertisements

Una Risposta

  1. diffidate di Armida Parisi. Lei ha discriminato una persona, prima inducendola con un atteggiamento goliardico ad assumere sostanze stupefacenti e poi chiudendole tutte le porte in faccia. Questa Armida Parisi è un diavolo e solo perchè la sua grande ipocrisia le fanno scrivere quattro belle parole sul Roma è degna di credibilità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: