Istituzioni e società

logo_comune_di_napoli_ok

COMUNE DI NAPOLI

I SOTTOSCRITTI Presidenti dei Gruppi di Rifondazione Comunista – Raffaele Carotenuto, di Sinistra Democratica – Salvatore Parisi, dei Comunisti Italiani – Gaetano Sannino e dei Verdi – Ciro Borriello sottoscrivono la seguente interrogazione.

Al Sig. Sindaco di Napoli
On. Rosa Iervolino Russo

All’Assessore all’Edilizia
Dott. Pasquale Belfiore

All’Assessore alla Cultura
Dott. Nicola Oddati

Oggetto: interrogazione urgente a risposta in aula (art. 52 R.F.C.C.)

aula_completa_ombraPremesso
che il centro storico di Napoli è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità ed inserito nella lista dei beni da tutelare;
che risulta essere il centro storico più vasto d’Europa con la presenza di obelischi, monasteri, chiostri, circa 30 musei, oltre 300 chiese, comprese quelle abbandonate e sconsacrate;
che l’Unione Europea ha stanziato oltre 220 milioni di euro per la “rigenerazione urbana del centro storico di Napoli” assegnando le cifre alla Regione Campania nell’ambito del nuovo programma Operativo FERS 2007-2013;
che nel mese di agosto del 2007 è stata istituita una Cabina di Regia presso la Presidenza della Giunta Regionale della Campania di cui fanno parte la Regione stessa, il Comune di Napoli, la Curia e la Sovrintendenza;
che il 20 settembre 2007 è stato firmato il Protocollo per il restauro del centro storico di Napoli dalla Regione Campania, dal Comune di Napoli, dall’Arcidiocesi di Napoli e dal Ministero dei Beni Culturali;
che all’interno del citato Protocollo veniva esplicitato che “entro un anno … seguirà un vero e proprio Accordo di Programma”;
che a tutt’oggi il nominato Accordo di Programma non è mai stato sottoscritto;

i sottoscritti Presidenti dei Gruppi Consiliari di PRC, SD, PdCI e Verdi interrogano

il Sig. Sindaco di Napoli, l’Assessore all’Edilizia ed alla Cultura per sapere con urgenza:

come mai ancora deve essere firmato l’Accordo di Programma previsto per settembre 2008 se esiste un quadro progettuale di massima sulle opere da riqualificare e rigenerare (se ne chiede copia).

se nelle opere da eseguire sono previste strutture per la creazione della socialità diffusa

se si prevede la riqualificazione di importanti e storiche piazze

se una parte dei fondi verrà destinata per reperire alloggi a vantaggio dei meno garantiti socio-economicamente

se una parte dei fondi verrà destinata alla creazione di accoglienza per immigrati e studentati

se l’investimento prevede anche la riqualificazione dei centri storici di periferia.

Napoli, 3 marzo 2009

Il Presidente del Gruppo di Rifondazione Comunista
Raffaele Carotenuto

Il Presidente del Gruppo di Sinistra Democratica
Salvatore Parisi

Il Presidente del Gruppo dei Comunisti Italiani
Gaetano Sannino

Il Presidente del Gruppo dei Verdi
Ciro Borriello

VicoloStorto

————————————————————————————————————————-

logo_comune_di_napoli_ok1

COMUNE DI NAPOLI

I SOTTOSCRITTI Presidenti dei Gruppi di Rifondazione Comunista – Raffaele Carotenuto, di Sinistra Democratica – Salvatore Parisi, dei Comunisti Italiani – Gaetano Sannino e dei Verdi – Ciro Borriello rilasciano la seguente dichiarazione.

Centro Storico: la Sinistra non darà tregua

centro-storicoLa riqualificazione del centro storico di Napoli, decretato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, è un elemento fondamentale per la Sinistra del Consiglio Comunale.
PRC, SD, PDCI e Verdi hanno formulato una interrogazione urgente al Sindaco Iervolino affinché venga in aula e si confronti con la città sull’utilizzo dei 220 milioni messi a disposizione dalla Comunità Europea per rigenerare il centro storico.
In quella sede chiederemo a Rosa Iervolino Russo che tra gli interventi previsti sia dato ampio spazio a strutture per la creazione della socialità diffusa, la riqualificazione di tutte le piazze storiche e strutture a vantaggio di immigrati e studentati.
Chiederemo, inoltre, di destinare una parte dei fondi per il reperimento di alloggi a vantaggio dei nuclei familiari in difficoltà economiche affinché non si verifichi una sorta di “espulsione di ritorno” di pensionati e monoreddito.
Infine, solleciteremo affinché parte del sovvenzionamento venga destinato ai centri storici di periferia.
Il centro storico è lo specchio della città, quindi, sfruttare al meglio un’occasione irripetibile è per la Sinistra un punto fondativo del programma del centro sinistra a Napoli.

Napoli, 3 marzo 2009

Il Presidente del Gruppo di Rifondazione Comunista
Raffaele Carotenuto

Il Presidente del Gruppo di Sinistra Democratica
Salvatore Parisi

Il Presidente del Gruppo dei Comunisti Italiani
Gaetano Sannino

Il Presidente del Gruppo dei Verdi
Ciro Borriello

VicoloStorto

—————————————————————————————————————————–

DIRITTO ALLO STUDIO….

E’ grave che alcune centinaia di famiglie napoletane siano costrette dopo 4 anni a chiedere agli uffici del Comune di Napoli un loro diritto e cioe’ l’erogazione economica delle borse di studio per gli anni 2004-2005. Ho intrapreso insieme ad alcune famiglie della nostra Municipalita’ questa battaglia  per fare valere un diritto sacrosanto che e’   tutt’uno con il diritto allo studio. Ho inviato al Sindaco in data 21 aprile 2008  una prima nota a cui non e’ seguita alcuna risposta oggi ho ribadito con forza al neo Assessore all’Educazione Prof.ssa Gioia Rispoli tale problematica. Il disagio nelle famiglie cresce e l’attesa di quattro anni per un diritto acquisito mi sembrano davvero troppi. Le politiche istituzionali devono avere come faro la difesa delle fasce deboli della popolazione e non concedersi ad una mediazione col ceto politico. Rivendicare una scuola pubblica e di massa vuol dire partire anche dal garantire il diritto ad una borsa di studio per le famiglie meno abbienti altrimenti si favorirebbe solo la de-strutturazione del pubblico in favore del privato.

De Stasio

———————————————————————

Svastiche tra Vicoli….

Un’ondata xenofoba che colpisce l’intero paese con un clima esasperato dalle menzogne della politica reazionaria non poteva risparmiare il centro storico della nostra città. L’esplosione di intolleranza razziale nei confronti della comunità Rom, dei gay, dei trans, e di tutte le diversità, è il frutto irreversibile della crisi in cui versa il sistema politico ed economico. Le svastiche disegnate sui muri di Via Benedetto Croce sono un segnale preoccupante che ci deve far capire la fase che stiamo affrontando. Facciamo in modo che i vicoli che ci circondano siano sempre antifascisti e che il nostro impegno sia orientato a lottare sempre e comunque contro le organizzazioni fasciste che esprimono tutta la loro brutalità contro i piu’ deboli e gli oppressi.

Antifascisti Sempre!

Vicolostorto

Napoli 27/05/2008

————————————————————————————————————-

Vicolostorto

Car*,

molti cittadini e commercianti mi hanno segnalato che su via Benedetto Croce l’asfalto si stava sciogliendo.
Non potevo crederci e quindi mi sono precipitato per vedere la cosa….era vero!! ( allego foto)
Oltre allo scioglimento del sangue di San Gennaro ( lo dico con estremo rispetto) che verra’ traslato domani 3 maggio dal Duomo  alla Basilica di Santa Chiara (che si trova proprio su  via Benedetto Croce parte alta) ora anche l’asfalto si “liquefa”………….
E’ evidente la pessima qualita’ del bitume.
Inviero’ la solita comunicazione al Sindaco.
a presto
Pino De Stasio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: